En nog een.. uit Italië.. voor www.mescalina.it

HAD+CS-CD
Americana − Folk − disco natalizio
Hidden Agenda Deluxe & Carter Sampson
Christmas From Amsterdam To Oklahoma

2016 – Continental Song City

18/01/2017 – di Maurizio Galli
Per Carter Sampson, la Regina dell’Oklahoma (terra che ha dato i natali a Woody Guthrie, la leggenda della musica folk), giovane ma soprattutto ottima cantante ed autrice, il 2016 è stato l’anno della consacrazione tra le figure femminili di riferimento nel genere.

Nella prima parte dell’anno ha lanciato l’ottimo Wilde Side, grazie a cui è stata accostata dalla critica nientemeno che a Lucinda Williams, e successivamente Christmas From Amsterdam To Oklahoma a voler sugellare l’ottimo sodalizio avuto durante il tour europeo (Italia compresa) con la roots band olandese Hidden Agenda Deluxe.

L’album è composto da dieci canzoni, tra cover e inediti, in qui la brava Carter Sampson viene affiancata, dimostrando anche loro le ottime doti canore, da BJ Baartmans (valente chitarrista, nonché produttore di David Corley) e Eric Devries (chitarrista), non da meno è il resto della band composta da Gerald van Beuningen al basso, Rob Geboers alle tastiere e Sjoerd van Bommel alla batteria.

Il disco si apre con la bella versione di I`ll Be Home for Christma con la voce calda e “garbata” della Sampson in primo piano; a seguire, in coppia con Eric Devries, una delle punte più alte del disco, la ballata ad ampio respiro Coming Around, pezzo scritto da Steve Earle pubblicato nel 2004 in The Revolution Starts Now con cui l’artista della Virginia si aggiudicò il Grammy Award for The Best Contemporary Folk Album.

Poi è il momento della piacevole Driving Home for Christmas di Chris Rea, cantata dal batterista Sjoerd Van Bommel segue Hard Candy Christmas ottimo omaggio a Dolly Parton che la propose al suo pubblico nei primi anni ’80.

Country con tinte southern per la solare Snow un classico del cantautore Jesse Winchester; Christmas in Oklahoma scritta e interpretata con passione dalla stessa Carter Sampson è una stupenda ballata acustica (con chitarre e mandolino) per molti versi autobiografica. Il brano successivo è la cover di I Shall Be Released (brano composto da Bob Dylan e registrato sia nel 1967 che nel 1971 e nel 1968 dal gruppo The Band nell`album Music from Big Pink) ottima versione eseguita dalla Sampson con tutta la band al completo. A chiudere il disco ci pensa Christmas Eve in Amsterdam cantata da Eric Devries.

Christmas From Amsterdam To Oklahoma è si un disco natalizio ma decisamente fuori dai normali schemi del genere a cui siamo abituati; in questo caso il fil rouge non è il Natale in quanto tale ma i sentimenti che questa festività genera nell’animo delle persone. Se a ciò aggiungiamo il carattere folk/country e la scelta di un repertorio intelligente, possiamo affermare che ci troviamo davanti ad un disco davvero interessante (e fruibile in ogni stagione).

Dit bericht is geplaatst in CD, review met de tags , , , , , , , , , , , , . Bookmark de permalink.

Geef een reactie

Het e-mailadres wordt niet gepubliceerd. Verplichte velden zijn gemarkeerd met *